ABRUZZO

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Le classi di priorità previste per le prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche e prestazioni strumentali) sono:
• Classe U (Urgente): nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
• Classe B (Breve): da eseguire entro 10 giorni;
• Classe D (Differibile): da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
• Classe P (Programmata): da eseguire entro 120 giorni.
Per le azioni di monitoraggio ex ante, non è previsto l’obbligo di monitorare le classi di priorità U; il monitoraggio delle prestazioni con classe di priorità P, sia Ex ante che Ex post, è stato previsto a partire dal 1° gennaio 2020.

Per quanto riguarda i ricoveri programmati, le classi di priorità sono:
• Classe A: entro 30 giorni (per i casi clinici che potenzialmente possono aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti o da recare grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe B: entro 60 giorni (per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe C: entro 180 giorni (per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzione o disabilità, e non manifestano tendenza ad aggravarsi né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe D: senza attesa massima definita (per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità; devono comunque essere effettuati almeno entro 12 mesi).
Per le prestazioni di ricovero è previsto il monitoraggio, in via preliminare, della classe di priorità A.

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Prestazioni rilevate: in più rispetto a quelle oggetto dei monitoraggi previsti dal PNGLA.
Ente: azienda sanitaria.
Classi di priorità: tutte le classi di priorità eccetto la U; i dati dell’ASL 1 di maggio e giugno 2020 non riportano la Classe P.
Modalità d’espressione del tempo: Tempo di attesa medio ponderato (periodo che mediamente intercorre tra la data di prenotazione e la data di effettuazione della prestazione pesandolo sulla base del numero di prestazioni).
Modalità rilevazione: Ex Post (tempo intercorso tra la richiesta di prenotazione e l’effettiva erogazione della prestazione) per ASL 1, ASL 2 e ASL 4; non è specificato per ASL 3.
Periodo rilevazione dati: mensile.

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

RICOVERI

SCARICA I DATI COMPLETI

Prestazioni rilevate: non tutte quelle oggetto dei monitoraggi previsti dal PNGLA.
Ente: azienda sanitaria (sono presenti solo i dati dell’ASL 3).
Classi di priorità: solo la classe A.
Modalità d’espressione del tempo: Tempo di attesa medio ponderato (periodo che mediamente intercorre tra la data di prenotazione e la data di effettuazione della prestazione pesandolo sulla base del numero di prestazioni).
Modalità rilevazione: Ex Post (tempo intercorso tra la richiesta di prenotazione e l’effettiva erogazione della prestazione).
Periodo rilevazione dati: mensile.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

NOTE

• I dati dei ricoveri sono presenti soltanto per l’AUSL 3.
• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

BASILICATA

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Le classi di priorità previste per le prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche e prestazioni strumentali) sono:
• Classe U (Urgente): nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
• Classe B (Breve): da eseguire entro 10 giorni;
• Classe D (Differibile): da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
• Classe P (Programmata): da eseguire entro 120 giorni.
Per le azioni di monitoraggio ex ante, non è previsto l’obbligo di monitorare le classi di priorità U; il monitoraggio delle prestazioni con classe di priorità P, sia Ex ante che Ex post, è stato previsto a partire dal 1° gennaio 2020.

Per quanto riguarda i ricoveri programmati, le classi di priorità sono:
• Classe A: entro 30 giorni (per i casi clinici che potenzialmente possono aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti o da recare grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe B: entro 60 giorni (per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe C: entro 180 giorni (per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzione o disabilità, e non manifestano tendenza ad aggravarsi né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe D: senza attesa massima definita (per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità; devono comunque essere effettuati almeno entro 12 mesi).
Per le prestazioni di ricovero è previsto il monitoraggio, in via preliminare, della classe di priorità A.

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Prestazioni rilevate: 57/61*.
Ente: struttura sanitaria.
Classi di priorità: solo la classe D.
Modalità d’espressione del tempo: tempo di attesa medio non ponderato.
Modalità rilevazione: non specificato.
Periodo rilevazione dati: annuale.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

RICOVERI

Prestazioni rilevate: non tutte quelle oggetto dei monitoraggi previsti dal PNGLA.
Ente: azienda sanitaria.
Classi di priorità: tutte.
Modalità d’espressione del tempo: Tempo di attesa medio ponderato.
Modalità rilevazione: Ex Post.
Periodo rilevazione dati: singoli ricoveri con data prenotazione.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

NOTE
• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CALABRIA

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Le classi di priorità previste per le prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche e prestazioni strumentali) sono:
• Classe U (Urgente): nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
• Classe B (Breve): da eseguire entro 10 giorni;
• Classe D (Differibile): da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
• Classe P (Programmata): da eseguire entro 120 giorni.
Per le azioni di monitoraggio ex ante, non è previsto l’obbligo di monitorare le classi di priorità U; il monitoraggio delle prestazioni con classe di priorità P, sia Ex ante che Ex post, è stato previsto a partire dal 1° gennaio 2020.

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Prestazioni rilevate: 60/61*.
Ente: azienda sanitaria (mancano dati di ASP Crotone e ASP Vibo Valentia).
Classi di priorità: tutte.
Modalità d’espressione del tempo: tempo di attesa medio NON ponderato.
Modalità rilevazione: non specificato.
Periodo rilevazione dati: mensile.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

NOTE
• Mancano i dati di ASP Crotone e ASP Vibo Valentia.
• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

CAMPANIA

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Per quanto riguarda i ricoveri programmati, le classi di priorità sono:
• Classe A: entro 30 giorni (per i casi clinici che potenzialmente possono aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti o da recare grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe B: entro 60 giorni (per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe C: entro 180 giorni (per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzione o disabilità, e non manifestano tendenza ad aggravarsi né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe D: senza attesa massima definita (per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità; devono comunque essere effettuati almeno entro 12 mesi).
Per le prestazioni di ricovero è previsto il monitoraggio, in via preliminare, della classe di priorità A.

RICOVERI

Prestazioni rilevate: tutte quelle oggetto dei monitoraggi previsti dal PNGLA.
Ente: sia azienda sanitaria sia struttura sanitaria.
Classi di priorità: tutte.
Modalità d’espressione del tempo: tempo di attesa medio ponderato.
Modalità rilevazione: Ex Post.
Periodo rilevazione dati: mensile.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

NOTE

• Le prestazioni ambulatoriali non sono state importate in quanto presentavano tutte una percentuale di prestazioni eseguite per tempo pari al 100%.
• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

EMILIA-ROMAGNA

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Le classi di priorità previste per le prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche e prestazioni strumentali) sono:
• Classe U (Urgente): nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
• Classe B (Breve): da eseguire entro 10 giorni;
• Classe D (Differibile): da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
• Classe P (Programmata): da eseguire entro 120 giorni.
Per le azioni di monitoraggio ex ante, non è previsto l’obbligo di monitorare le classi di priorità U; il monitoraggio delle prestazioni con classe di priorità P, sia Ex ante che Ex post, è stato previsto a partire dal 1° gennaio 2020.

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Prestazioni rilevate: 38/61**.
Ente: azienda sanitaria.
Classi di priorità: non presenti.
Modalità d’espressione del tempo: percentuale ponderata.
Modalità rilevazione: ex ante.
Periodo rilevazione dati: mensile.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

NOTE
• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

FRIULI-VENEZIA GIULIA

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Le classi di priorità previste per le prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche e prestazioni strumentali) sono:
• Classe U (Urgente): nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
• Classe B (Breve): da eseguire entro 10 giorni;
• Classe D (Differibile): da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
• Classe P (Programmata): da eseguire entro 120 giorni.
Per le azioni di monitoraggio ex ante, non è previsto l’obbligo di monitorare le classi di priorità U; il monitoraggio delle prestazioni con classe di priorità P, sia Ex ante che Ex post, è stato previsto a partire dal 1° gennaio 2020.

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Prestazioni rilevate: 58/61*.
Ente: sia azienda sanitaria sia struttura sanitaria.
Classi di priorità: tutte le classi di priorità eccetto la U.
Modalità d’espressione del tempo: tempo di attesa medio (periodo che mediamente intercorre tra la data di prenotazione e la data di effettuazione della prestazione).
Modalità rilevazione: non specificato.
Periodo rilevazione dati: mensile (da maggio 2021).

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

NOTE

• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

LAZIO

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Per quanto riguarda i ricoveri programmati, le classi di priorità sono:
• Classe A: entro 30 giorni (per i casi clinici che potenzialmente possono aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti o da recare grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe B: entro 60 giorni (per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe C: entro 180 giorni (per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzione o disabilità, e non manifestano tendenza ad aggravarsi né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe D: senza attesa massima definita (per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità; devono comunque essere effettuati almeno entro 12 mesi).
Per le prestazioni di ricovero è previsto il monitoraggio, in via preliminare, della classe di priorità A.

RICOVERI

Prestazioni rilevate: tutte quelle oggetto dei monitoraggi previsti dal PNGLA.
Ente: azienda sanitaria.
Classi di priorità: solo la classe A.
Modalità d’espressione del tempo: tempo di attesa medio ponderato.
Modalità rilevazione: Ex Post.
Periodo rilevazione dati: mensile.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

NOTE
• Regione Lazio è stata vittima di un attacco informatico a causa del quale ha potuto fornire per il 2021 soltanto i dati sui ricoveri.
• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

LIGURIA

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Le classi di priorità previste per le prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche e prestazioni strumentali) sono:
• Classe U (Urgente): nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
• Classe B (Breve): da eseguire entro 10 giorni;
• Classe D (Differibile): da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
• Classe P (Programmata): da eseguire entro 120 giorni.
Per le azioni di monitoraggio ex ante, non è previsto l’obbligo di monitorare le classi di priorità U; il monitoraggio delle prestazioni con classe di priorità P, sia Ex ante che Ex post, è stato previsto a partire dal 1° gennaio 2020.

Per quanto riguarda i ricoveri programmati, le classi di priorità sono:
• Classe A: entro 30 giorni (per i casi clinici che potenzialmente possono aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti o da recare grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe B: entro 60 giorni (per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe C: entro 180 giorni (per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzione o disabilità, e non manifestano tendenza ad aggravarsi né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe D: senza attesa massima definita (per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità; devono comunque essere effettuati almeno entro 12 mesi).
Per le prestazioni di ricovero è previsto il monitoraggio, in via preliminare, della classe di priorità A.

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Prestazioni rilevate: 50/61**.
Ente: azienda sanitaria.
Classi di priorità: tutte, eccetto la U.
Modalità d’espressione del tempo: percentuale ponderata.
Modalità rilevazione: non specificato.
Periodo rilevazione dati: mensile.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

RICOVERI

Prestazioni rilevate: tutte quelle oggetto dei monitoraggi previsti dal PNGLA.
Ente: sia azienda sanitaria sia struttura sanitaria.
Classi di priorità: tutte.
Modalità d’espressione del tempo: tempo di attesa medio ponderato.
Modalità rilevazione: Ex Post.
Periodo rilevazione dati: mensile.

SCARICA I DATI COMPLETI

Clicca sull’icona per scaricare il file Excel.  

NOTE
• Per non penalizzare le Regioni che presentano i dati per tutte le prestazioni, ma non le hanno ancora aggiornate alla nuova nomenclatura prevista dopo il 2019, si è scelto di considerare il numero di prestazioni 61 e non 69 (come da nuova nomenclatura, ma di indicare anche:
*Elettromiografia non aggiornata a nuove prestazioni
**Elettromiografia e TC del rachide non aggiornate a nuove prestazioni
La conta delle mancanti non include le due sopra citate.
• Per facilitare la leggibilità, le singole strutture non sono presenti nelle tabelle e nei file excel, neppure ove fornite.
• Viene indicato con “N.D.” quando il dato non è disponibile.
• La presenza di uno 0 (zero) nei tempi medi sta a significare che è stato indicato dalla regione zero come tempo di attesa medio; non è stato valutato come dato non disponibile in quanto a quello zero è associato un numero definito di prestazioni.

CONSULTA I DATI DELLE ALTRE REGIONI

Visualizza i risultati della ricerca, selezionando la Regione di interesse

LOMBARDIA

TEMPI DI ATTESA E CLASSI DI PRIORITÀ

Il Ministero della Salute, attraverso il Piano nazionale di governo delle liste di attesa per il triennio 2019 -2021 (PNGLA), prevede l’obbligo di erogare le prestazioni entro tempi di accesso massimi, definiti secondo diverse classi di priorità.

Le classi di priorità previste per le prestazioni ambulatoriali (visite specialistiche e prestazioni strumentali) sono:
• Classe U (Urgente): nel più breve tempo possibile e, comunque, entro 72 ore;
• Classe B (Breve): da eseguire entro 10 giorni;
• Classe D (Differibile): da eseguire entro 30 giorni per le visite / entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;
• Classe P (Programmata): da eseguire entro 120 giorni.
Per le azioni di monitoraggio ex ante, non è previsto l’obbligo di monitorare le classi di priorità U; il monitoraggio delle prestazioni con classe di priorità P, sia Ex ante che Ex post, è stato previsto a partire dal 1° gennaio 2020.

Per quanto riguarda i ricoveri programmati, le classi di priorità sono:
• Classe A: entro 30 giorni (per i casi clinici che potenzialmente possono aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti o da recare grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe B: entro 60 giorni (per i casi clinici che presentano intenso dolore, o gravi disfunzioni, o grave disabilità, ma che non manifestano la tendenza ad aggravarsi rapidamente al punto da diventare emergenti, né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe C: entro 180 giorni (per i casi clinici che presentano minimo dolore, disfunzione o disabilità, e non manifestano tendenza ad aggravarsi né possono per l’attesa ricevere grave pregiudizio alla prognosi).
• Classe D: senza attesa massima definita (per i casi clinici che non causano alcun dolore, disfunzione o disabilità; devono comunque essere effettuati almeno entro 12 mesi).
Per le prestazioni di ricovero è previsto il monitoraggio, in via preliminare, della classe di priorità A.

PRESTAZIONI AMBULATORIALI

Prestazioni rilevate: 56/61**.
Ente: strutture sanitarie (pubbliche e private).
Classi di priorità: tutte, eccetto la U.
Modalità d’espressione del tempo: tempo attesa medio non ponderato.
Modalità rilevazione: non dichiarato.
Periodo rilevazione dati: mensile.